Le 12 città degli Stati Uniti che piacciono meno ai turisti

Quando ci si organizza per fare un viaggio negli Stati Uniti una delle prima cose a cui si pensa, oltre all’autorizzazione ESTA necessaria, è l’itinerario da seguire per vedere più cose possibili. Si cercano quindi opinioni e consigli sui posti migliori da visitare, su forum, blog e anche sui social network.

Ci sono un’infinità di mete da raggiungere negli USA: siti storici, mare, monti, cascate, paesaggi sorprendenti, l’affascinante vita notturna di moltissime città… Quello che spesso sottovalutiamo, nel momento in cui si sceglie una destinazione da raggiungere, sono il suo tasso di delinquenza, la quantità di traffico che vi si può trovare e la sua pericolosità in generale. Questa mancata attenzione può danneggiare non poco l’esperienza di un turista.

Quelle che seguono sono le 12 città meno consigliate ai viaggiatori, che non vuol dire che siano le più brutte o quelle da evitare, ma che semplicemente hanno una fama da tenere in considerazione nel momento in cui vengono incluse nei nostri programmi di viaggio negli USA.

 

  • 12 – Chicago, Illinois

Chicago è sempre stata una città brillante, viva e anche una delle più grandi. Purtroppo ha risentito notevolmente dell’ultima crisi che ha portato a un forte incremento della delinquenza, un alto tasso di disoccupazione e un enorme numero di case pignorate. Oltre a questo è la città con le più alte tasse sulla vendita di tutti gli Stati Uniti. Infine è anche una delle città con il traffico peggiore di tutti gli States. Quest’ultimo particolare però è dato dall’aumento del lavoro degli ultimi due anni, che sta riportando in auge la città.

 

  • 11 – Camden, New Jersey

Camden nel New Jersey ha un tasso di criminalità di 8 volte superiore alla media nazionale. È considerata una delle città più povere del paese e questo ha portato all’aumento di violenza, soprattutto di quella da bande. C’è 1 possibilità su 36 di subire un crimine violento e 1 su 11 di essere derubati in casa propria.

 

  • 10 – Kansas City, Missouri

Kansas City è una new entry, ma nonostante questo il totale dei crimini in città stanno notevolmente diminuendo rispetto al passato (gli anni con più casi sono stati il 2012 e 2013). La città ha circa mezzo milione di abitanti e gli omicidi l’anno scorso sono stati 99 e oltre 3700 sono stati i crimini violenti.

Downtown Kansas City, MIssouri skyline taken from near the Scout Statue, Saturday, March 30, 2013.

  • 09 – Newark, New Jersey

Newark è un’altra delle nuove entrate che ha spodestato città come Stockton in California e Atlanta, in Georgia. Il livello dei furti è salito del 23% ed è per questo che ad oggi si trova in questa posizione. Anche gli omicidi sono incrementati, ma, fortunatamente, di poco.

 

  • 08 – Birmingham, Alabama

Si tratta di una delle tante città americane che sta cercando di risanare le problematiche derivate dalla crisi passata. Sembra che i crimini infatti siano in ribasso rispetto al passato, ma comunque si trova ancora in classifica con 30 persone uccise ogni 100.000 persone e oltre 1300 crimini violenti sempre ogni 100.000 abitanti.

 

  • 07 – Milwaukee, Wisconsin

Milwaukee nel Wisconsin è entrata nella top-ten delle città più pericolose degli USA l’anno scorso (al decimo posto), ma l’incremento della delinquenza è sempre stato in salita, soprattutto dal 2009 al 2012 e l’ha portata ad essere al settimo posto quest’anno. I crimini ogni 100.000 persone sono 1364, o, per dirla più semplicemente, sono circa 1 ogni 100 persone. Gli omicidi sono 17 ogni 100.000 abitanti.

 

  • 06 – Baltimora, Maryland

Baltimora ha visto un incremento nel numero di omicidi e dei crimini violenti negli ultimi anni. Lo stesso capo della polizia si è lamentato del numero dei delitti ritenendolo inaccettabile (e secondo dietro a Detroit). Sembra però che le cose stiano migliorando, visto che le telefonate alla polizia sono nettamente diminuite nell’ultimo anno.

 

  • 05 – Cleveland, Ohio

Cleveland è stata la città classificata da Forbes come una delle più povere degli Stati Uniti. Oltre a questo, ha un alto indice di criminalità e ha inverni molto freddi. Questo ha fatto sì che col tempo sempre più persone si trasferissero altrove. Nonostante questo Cleveland è una città culturalmente varia. È la meta del rap e ospita alcune delle attrazioni artistiche più importanti del paese.

cl

 

  • 04 – St. Louis, Missouri

St. Louis è la città con il più alto tasso di omicidi degli Stati Uniti. C’è il rischio di subire un crimine violento ogni 53 persone e di subire un furto in casa ogni 10. La causa di questo alto tasso di criminalità sembra essere stata sempre la crisi, che ha portato i residenti a trasferirsi verso città più sviluppate economicamente. Il “peggio” sembra essere passato tra il 2008 e il 2010 mentre attualmente anche qui le cose si stanno pian piano riprendendo.

 

  • 03 – Memphis, Tennessee

Memphis è una delle tante città degli Stati Uniti che, nonostante l’alto tasso di delinquenza, cerca di migliorare e crescere anno dopo anno. Purtroppo nonostante questo la città ha un alto numerosi di omicidi, molte rapine e oltre 7000 crimini violenti all’anno.

 

  • 02 – Oakland, California

Ebbene sì, la California non è solo sole, clima meraviglioso, ricchezza e benessere. Ci sono delle zone che hanno un alto tasso di criminalità e Oakland è una di queste. Ma non è tutto, questa città ha anche un alto livello di inquinamento (è del 190% peggiore della media nazionale). Il tasso di delinquenza è addirittura del 469% maggiore della media nazionale. È una della città più pericolose degli Stati Uniti. Quindi, se andate in vacanza in California, ricordatevi di evitare questa città o al massimo di usare molta cautela visitandola.

 

  • 01. Detroit, Michigan

Forse Detroit è una delle città che ha la peggiore fama quando si parla di delinquenza negli USA. Molti turisti decidono di non visitarla per le voci sul suo alto indice di criminalità e per i vari edifici desolati abbandonati. Detroit ebbe un boom economico quando diventò la “Motor City”. Dal 2008 però la popolazione, in piena crisi economica, ha cominciato ad abbandonare la città e questo ha dato il via all’incremento di delinquenza e alla povertà generale.

detroit-tree-lighting-ceremony-detroit-mi

È anche vero però che Detroit non si è arresa e ad oggi sta cercando di rianimarsi ripartendo dallo sviluppo immobiliare, puntando sulle giovani famiglie, sulla bonificazione delle aree pubbliche, ecc… Tutto per arrivare ad avere un futuro migliore e dare una nuova vita alla città.

Mary Reynolds

Mary Reynolds

I love creating music, coffee, and film. Always strive for perfection.
Mary Reynolds
, ,

Post navigation

Mary Reynolds

Mary Reynolds

I love creating music, coffee, and film. Always strive for perfection.